Stando a uno studio condotto dalla SUPSI nel 2004, in Ticino il settore assicurativo - ad esclusione di broker e casse malati - impiegava fino a qualche anno fa circa 950 forze di lavoro a tempo pieno contribuendo in tal modo a circa un 2% del PIL cantonale. Con un fatturato di CHF 600 milioni di premi annui, le Agenzie generali rappresentano oltre il 60% dell'intero settore assicurativo in termini di occupazione. La sola ricaduta salariale sul territorio del Canton Ticino risulta essere di oltre CHF 30 milioni. Cifre che per lo più sono rimaste invariate.

Nonostante questo contesto favorevole, il Covid-19 ha messo a dura prova anche il settore della consulenza assicurativa che ha dovuto “reinventarsi”, adottando soluzioni alternative per offrire un’efficace consulenza a distanza.