Apprezzamento, fiducia e buona gestione aziendale: le ditte che vivono questi principi sono i migliori datori di lavoro della Svizzera. Lo hanno scoperto Statista e Handelszeitung in un sondaggio condotto fra le aziende elvetiche.

In generale, il risultato dell’inchiesta dimostra che il Covid-19 ha smosso qualcosa nell’organizzazione imprenditoriale. Le conseguenze a livello psico-fisico dell’home office e le preoccupazioni scaturite dalle insicurezze economiche, negli scorsi mesi sono state per i collaboratori fonte di notevole tensione e stress. Ed è stato necessario imparare e reagire in fretta.

Nuovi incentivi

I datori di lavoro più apprezzati ricercano soluzioni che possano motivare i propri collaboratori fornendo loro anche un adeguato supporto in questo periodo particolare.  Oltre ai tradizionali incentivi come i premi aziendali, anche il sostegno ai genitori, gli orari di lavoro flessibili, le iniziative per promuovere la salute mentale sul lavoro o gli incentivi economici a lungo termine come i pacchetti azionari, stanno acquisendo un’importanza sempre maggiore.

Se un datore di lavoro vuole attirare a sé del personale adeguatamente qualificato ed esperto, si preoccupa inoltre di offrire ai propri collaboratori interessanti possibilità di formazione e perfezionamento.

Anche la gestione aziendale sta cambiando. I migliori datori di lavoro pongono dirigenti di fiducia a capo dei loro team e creano un ambiente di lavoro in cui i collaboratori si sentono a proprio agio e motivati a migliorarsi. 

Al seguente link trovate una panoramica generale: Ecco i migliori datori di lavoro della Svizzera 2021

I primi 3 nella categoria «Assicurazioni e casse malati»

Nel 2021 la Mobiliare è uno dei datori di lavoro più apprezzati della Svizzera: occupa il podio nella categoria «Assicurazioni e casse malati» ed è al 16° posto all’interno della classifica generale dei 250 migliori datori di lavoro della Svizzera.

Nuova cultura agile

Già lo scorso anno la più antica compagnia d’assicurazioni privata della Svizzera aveva occupato il primo posto nella classifica del proprio settore e il 4° posto in quella generale, ottenendo così un risultato straordinario. Cosa fa la Mobiliare di diverso rispetto alla concorrenza? Ad esempio, investe nel nuovo, agile mondo del lavoro e favorisce una collaborazione intersettoriale per poter soddisfare le esigenze attuali e future della clientela, come ci spiega Nathalie Bourquenoud, Responsabile Human Development: «Oggigiorno è fondamentale lo scambio all’interno di team interdisciplinari» afferma in un’intervista con l’Handelszeitung.  https://www.mobiliar.ch/die-mobiliar/karriere/spitzenplatz-in-arbeitgeber-ranking

Il messaggio viene evidentemente recepito dai collaboratori: presso la Mobiliare il tasso di fluttuazione del personale si attesta ad appena il 5 percento. La durata media di impiego, pari a oltre dieci anni, è un chiaro segno dell’elevata soddisfazione dei collaboratori.

Lavoro flessibile

Nel 2021 Swiss Re avanza al secondo posto nella categoria «Assicurazioni e casse malati» e va ad occupare il 46° posto nella classifica generale. Si tratta di una netta rimonta rispetto all’anno precedente (10° posto nella classifica di categoria e 144° in quella generale).

Tendenza: in avanti

New entry nel gruppo dei datori di lavoro più quotati è la Zurigo Compagnia di Assicurazioni (Zurich) con il suo 3° posto nella classifica di categoria e il 53°posto in quella generale.

Altri piazzamenti

Avanzamenti

Un balzo in avanti è stato compiuto dal Gruppo Helsana che quest’anno ha conquistato il 4° posto (anno precedente: 7°) nella classifica di categoria e il 73° posto (anno precedente: 75°) nella classifica generale.

Netto miglioramento anche per la Vaudoise Assicurazioni con il suo 7° posto (anno precedente: 12°) nella classifica di categoria e il 98° posto (anno precedente: 182°) nella classifica generale.

Visana avanza all’11° posto (anno precedente: 15°) nella classifica di categoria e va ad occupare il 125° posto della classifica generale (anno precedente: 231°).

Con il suo attuale 12° posto (anno precedente: 13°) Allianz ha ottenuto nella classifica di categoria un buon risultato che, salendo al 158° posto nella classifica generale, risulta nettamente migliore rispetto all’anno precedente (251°). 

Retrocessioni

Con il suo 5° posto nella classifica di categoria l’assicurazione contro gli infortuni Suva perde terreno rispetto all’anno precedente (4° posto) e va ad occupare il 77° posto nella classifica generale (anno precedente: 58° posto).

Swica Organizzazione sanitaria è retrocessa quest’anno al 6° posto (anno precedente: 2°) della classifica di categoria e all’87° di quella generale (anno precedente: 22°).

Axa Assicurazioni non ha potuto mantenere né il 3° posto che l’ha annoverata fra i datori di lavoro più apprezzati del settore, né il 40° posto nella classifica generale, entrambi ottenuti lo scorso anno. Nel 2021 il datore di lavoro d’eccellenza si trova all’8° posto nella classifica di categoria e al 103° di quella generale.

Il Gruppo Baloise si posiziona ora al 9° posto (anno precedente: 6°) fra le compagnie d’assicurazioni e al 112° posto della classifica generale (anno precedente: 67°).

Anche Swiss Life perde leggermente terreno e attrattività finendo al 10° posto della classifica di categoria (anno precedente: 8°) e al 119° posto della classifica generale (anno precedente: 82°).

A retrocedere è anche la CSS con il suo 13° posto (anno precedente: 9°) nella classifica di categoria e il 170° posto (anno precedente: 141°) in quella generale.

L’Helvetia Assicurazioni scende al 14° posto (anno precedente: 11°) e in generale al 187° (anno precedente: 152).

Anche Sanitas Assicurazione Malattia non riesce a mantenere il buon risultato  dello scorso anno (5° posto) e scende al 15° posto nella classifica di categoria.  La stessa tendenza si conferma anche nella classifica generale in cui ora risulta al 227° posto (anno precedente: 65°).

Un’altra new entry nella classifica dei migliori datori di lavoro in ambito «Assicurazioni e casse malati» è rappresentata da Atupri Assicurazione salute con il suo 16° posto e 243° posto nella classifica generale.

Assura mantiene il suo 17° posto nel confronto di categoria e il 245° posto nella classifica generale (anno precedente: 243°).